L’apocalittica ebraica e l’espansione della coscienza

Ai lettori di oggi il termine “apocalisse” fa pensare all’imminente fine del mondo quale lo conosciamo, dovuta a catastrofi climatiche, guerre atomiche o attacchi extraterrestri. Nella letteratura religiosa antica tuttavia, il termine apocalisse (dal lat. apocalypsis, gr. ἀποκάλυψις) significa semplicemente «rivelazione». Questa è l’accezione della parola anche nel Nuovo Testamento, raccolta che l’Apocalisse di Giovanni, […]

L’esoterismo: il nome e la cosa

  In vari post di questo blog parleremo di “esoterismo” – specie in relazione alla questione delle pratiche autopoietiche, o di autotrasformazione, e degli stati modificati di coscienza. Ma non abbiamo l’ardire di affrontare tali tematiche senza una preliminare messa a punto terminologica. Hic sunt leones Ciò è necessario perché dietro il termine esoterismo si […]

L’estasi dionisiaca

«𝙴 𝚚𝚞𝚎𝚜𝚝𝚒, 𝚌𝚑𝚎 𝚑𝚊𝚗𝚗𝚘 𝚒𝚜𝚝𝚒𝚝𝚞𝚒𝚝𝚘 𝚙𝚎𝚛 𝚗𝚘𝚒 𝚒 𝚛𝚒𝚝𝚒 𝚒𝚗𝚒𝚣𝚒𝚊𝚝𝚒𝚌𝚒, 𝚙𝚛𝚘𝚋𝚊𝚋𝚒𝚕𝚖𝚎𝚗𝚝𝚎 𝚗𝚘𝚗 𝚜𝚘𝚗𝚘 𝚞𝚘𝚖𝚒𝚗𝚒 𝚍𝚒 𝚙𝚘𝚌𝚘 𝚌𝚘𝚗𝚝𝚘, 𝚖𝚊 𝚍𝚊 𝚝𝚎𝚖𝚙𝚘 𝚎𝚜𝚜𝚒 𝚒𝚗 𝚛𝚎𝚊𝚕𝚝à, 𝚎𝚜𝚙𝚛𝚒𝚖𝚎𝚗𝚍𝚘𝚜𝚒 𝚒𝚗 𝚏𝚘𝚛𝚖𝚊 𝚎𝚗𝚒𝚐𝚖𝚊𝚝𝚒𝚌𝚊, 𝚏𝚊𝚗𝚗𝚘 𝚌𝚊𝚙𝚒𝚛𝚎 𝚌𝚑𝚎 𝚌𝚑𝚒 𝚐𝚒𝚞𝚗𝚐𝚊 𝚗𝚎𝚕𝚕’𝙰𝚍𝚎 𝚜𝚎𝚗𝚣𝚊 𝚊𝚟𝚎𝚛 𝚛𝚒𝚌𝚎𝚟𝚞𝚝𝚘 𝚕’𝚒𝚗𝚒𝚣𝚒𝚊𝚣𝚒𝚘𝚗𝚎 𝚎 𝚒𝚗𝚌𝚘𝚖𝚙𝚕𝚎𝚝𝚘 𝚙𝚎𝚛 𝚕𝚊 𝚜𝚞𝚊 𝚖𝚊𝚗𝚌𝚊𝚝𝚊 𝚙𝚊𝚛𝚝𝚎𝚌𝚒𝚙𝚊𝚣𝚒𝚘𝚗𝚎 𝚊𝚒 𝚛𝚒𝚝𝚒 𝚖𝚒𝚜𝚝𝚎𝚛𝚒𝚌𝚒, 𝚐𝚒𝚊𝚌𝚎𝚛à 𝚗𝚎𝚕𝚕𝚊 𝚖𝚎𝚕𝚖𝚊, 𝚖𝚎𝚗𝚝𝚛𝚎 𝚌𝚑𝚒 𝚟𝚒 𝚐𝚒𝚞𝚗𝚐𝚊 𝚍𝚘𝚙𝚘 […]

L’estasi sacra: il profetismo di Delfi

Altrove abbiamo citato il paradosso sapienziale di Platone, secondo cui «i beni più grandi ci vengono dalla pazzia» (τὰ μέγιστα τῶν ἀγαθῶν ἡμῖν γίγνεται διὰ μανίας; Fedro, 244A), dove per “pazzia” bisogna intendere la momentanea sospensione delle attività cognitive ordinarie, prodotta dall’invasamento divino. La prima follia sacra che il filosofo individua è quella “profetica”, sorta […]

Antichità classica e stati di coscienza: Platone e l’elogio della follia

“E allora, non è evidente, innanzi tutto, che il filosofo, diversamente dagli altri uomini, per quanto riguarda questo genere di cose, cerca di liberare l’anima dal corpo, quanto più gli è possibile?”.“É chiaro”. (Platone, Fedone, 64E-65A) Se è vero, come scriveva Alfred North Whitehead con un’affermazione iperbolica ma non priva di fondamento, che «tutta la […]

La coscienza psichedelica

© Joshua Mays Recenti esperimenti con la psilocibina mostrano l’esistenza di due stati-base della coscienza, caratterizzati da diversi livelli di “entropia”. La coscienza primaria, in cui sfumano i confini tra l’io e il mondo circostante, può essere utilizzata in ambito terapeutico ed alleviare i sintomi della depressione Interessanti sviluppi sul fronte dei rapporti tra sostanze […]

La trance africana

Nella categoria delle cosiddette “religioni estatiche” – basate cioè su un’alterazione della coscienza codificata e ritualizzata – troviamo i  “culti di possessione”. In essi l’unità dell’io si frammenta permettendo l’irruzione di contenuti incoscienti o supercoscienti: una momentanea perdita del sé, una morte simbolica che consente la resurrezione nell’altro da sé. Così, nello spazio e nel […]

Il sacro secondo Ernesto de Martino: dispositivi rituali e stati di coscienza

Ernesto de Martino (1908-1965) Allievo di alcuni degli intellettuali di spicco della prima metà del XX secolo (Benedetto Croce, Raffaele Pettazzoni e Adolfo Omodeo), Ernesto de Martino (1908–1965) ha esercitato un’influenza decisiva sull’etnologia e sulla storia delle religioni italiane, discipline allora emergenti nel nostro paese. I suoi lavori più noti vertono sul folklore religioso del […]

La trance sciamanica

Le modificazioni della coscienza irrompono mettendo in crisi il sé ordinario, e facendoci intravedere stati e strutture identitarie “altri”, diversi da quelli abituali. Si tratta di stati naturali, culturalmente codificati, che le istituzioni egemoniche dell’Occidente moderno hanno relegato ai margini della cultura ma che si riscontrano in molte tradizioni religiose, in cui svolgono funzioni culturali […]