Cenni storici

I modelli transpersonalisti hanno ricevuto una codificazione esplicita negli anni ’60 grazie ad autori come Roberto Assagioli (1888-1974), Abraham Maslow (1908-1970) e Stanislav Grof (1931-).  Tuttavia essi sono l’espressione di tendenze epistemologiche da sempre presenti in alcune frange della scienza occidentale, e i cui precursori moderni sono autori come Frederic Myers (1843-1901) e William James (1842-1910), attenti studiosi dei fenomeni ipnotici, di trance e di varie esperienze psichiche anomale. Tutti questi autori concordano sul che il “sé empirico” che conosciamo origina da un altro sé più vasto, più profondo, dotato di più ampie facoltà psichiche (un “sé esteso” o transpersonale), e che gli stati mistici e religiosi costituiscono un ambito esperienziale sui generis, che contribuisce alla ricchezza a all’irriducibile varietà della psiche umana.


like the skyDiverse tradizioni sapienziali del passato  attestano concezioni della vita psichica assimilabili a quelle delle psicologie transpersonali contemporanee.

Questo sito intende fornire materiali utili per l’analisi di queste tradizioni, proponendo una cartografia di spazi culturali di frontiera, al confine tra scienza, religione e tradizioni spirituali marginalizzate e trasversali.