Tecniche a mediazione simbolica e cosmica


In queste tecniche si ricorre all’uso di strutture simboliche tradizionali, ed in particolare a simbolismi cosmici, per consentire al consultante di esplorare le proprie caratteristiche, funzioni psichiche e subpersonalità. L’idea su cui si basa questa pratica è che elementi e forze naturali si traducono spontaneamente in immagini dell’esperienza interiore e, in quanto tali, possono fornire al soggetto strumenti preziosi per organizzarla ed interpretarla.


Pianeti

Cenni storici

Fino agli albori della rivoluzione scientifica il cosmo era considerato espressione di un disegno divino o come un tessuto di simboli viventi, riflesso dell’uomo e della sua struttura biopsichica. A queste concezioni, le scienze moderne hanno opposto una idea della natura come ordine oggettivo e causalmente strutturato di relazioni, governate da leggi. Questa idea di natura, meccanica e desacralizzata, è un fattore fondamentale di quel “disincanto del mondo” tipico dell’epoca contemporanea, ed è in rapporto con molti disturbi psichici, sociali ed ambientali del presente.


Il bisogno di stabilire un rapporto tra Sé e natura, tra microcosmo e macrocosmo, è infatti inerente alla psiche umana. Quest’ultima tende spontaneamente all’integrazione, sia a livello intrapsichico che extrapsichico, e alla ricomposizione di una relazionalità profonda e significante con gli elementi e le forze che strutturano l’universo esterno.


 

Comprendi che tu sei un universo in miniatura,
e che in te esistono il sole, la luna e persino le stelle. 

Origene, Omelie sul Levitico, V, 1